Biografia

26 Aprile 1911
Enrico Medi nasce a porto Recanati da Arturo e Maria Luisa Mei, originari di Belvedere Ostrense.

 

Dal 1914, e negli anni seguenti, trascorre la sua infanzia a Belvedere Ostrense con la famiglia e i nonni, e qui frequenta la scuola elementare.

 

Di fondamentale importanza è l’educazione cristiana che riceve dai nonni e dai genitori. Il suo incontro con l’Eucarestia, fortemente desiderato, avviene il 20 ottobre 1920 nella cappellina privata della casa di Belvedere Ostrense: qui riceve la Prima Comunione da Don Mancinelli.

 

Nel 1920, per motivi di lavoro, la famiglia si trasferisce a Roma, dove Enrico frequenta prima il collegio di Santa Maria dei Padri Marianisti e in seguito il liceo classico “Istituto Massimo dei Gesuiti, dove si diploma e diviene il primo presidente della Lega Missionaria Studenti”, da lui fondata insieme a Gabrio Lombardi.

 

Precoce e brillante negli studi, all’età di 16 anni inizia la sua carriera universitaria e nel 1932 consegue la laurea – a soli 21 anni – in Fisica, con Enrico Fermi, presentando un lavoro di tesi sul neutrone. In seguito diviene assistente del Prof. Lo Surdo sino al 1937, anno in cui consegue la libera docenza in fisica terrestre.

 

Dopo qualche anno, e precisamente nel 1942, vince la cattedra di fisica sperimentale dell’Università di Palermo. Tra i suoi lavori si ricordano le prime esperienze con il radar e l’ipotesi di fasce ionizzanti nell’alta atmosfera, oggi note come fasce di Van Allen, entrambi stroncati dal regime fascista e in seguito confermati da studiosi stranieri.

 

La sua carriera si ferma temporaneamente durante la seconda guerra mondiale poiché, per motivi di sicurezza, nel 1943 torna a Belvedere dove si adopera per alleviare le sofferenze causate dalla guerra alla popolazione. Singolare è l’episodio di due uomini che stanno per essere fucilati: saputene, senza pensarci due volte, animato da coraggio e pieno di fervore cristiano, si reca al comando di Jesi e offre la propria vita in cambio di quella dei condannati, che, infine, vengono risparmiati.

 

Al termine del conflitto, nel 1946, è eletto dall’Assemblea Costituente per la DC e nel 1948 confermato Deputato al Parlamento per la prima legislatura della Repubblica Italiana.

Nello stesso anno consegue la laurea in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana.

Tornato a Palermo, avvia il “Censimento della sofferenza“, per conoscere direttamente, recandosi nelle case dei più umili, la vera condizione dei poveri. Riguardo alla situazione terribile dei bambini mutilati di guerra e degli orfani, interviene in Parlamento per richiamare l’attenzione dei colleghi parlamentari al dovere della democrazia, rilevando la necessità di dover “risollevare” un popolo sia dal punto di vista morale, sia fisico.

 

 

Nel 1949 Diventa Presidente dell’istituto Nazionale di Geofisica e realizza una rete di Osservatori Geofisici in tutta Italia.

Nel 1952 è chiamato alla Cattedra di Fisica Terrestre all’Università di Roma.

Nel 1953 rinuncia alla carriera politica per dedicarsi interamente  alla scienza e all’apostolato. Egli, infatti, oltre ad essere un genio della scienza, aveva spiccate doti di scrittore e di oratore che, con slanci mistici, sentimenti di poeta e con l’entusiasmo dell’apostolo, attirava folle di ascoltatori e seguaci. In questi anni intuito il valore divulgativo della televisione per la scienza, inizia presso la RAI-TV corsi di fisica sperimentale che risultano molto seguiti. Conduce anche uno dei primi programmi televisivi di divulgazione scientifica, “Le avventure della scienza”.

Nel 1958 è nominato Vice Presidente dell’EURATOM (The European Atomic Energy Community) e, negli stessi anni, organizza centri per la ricerca scientifica nei sei Paesi della Comunità, tra i quali ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale).
Sotto la sua direzione viene varata e applicata nella Comunità la legge per la protezione delle radiazioni nucleari ma, nel 1965, si dimette dall’incarico per gravi motivi di coscienza.

Nel 1966 Costituisce la COMING, società di progettazione industriale.

È nominato dalla Santa Sede “membro della Consulta dei Laici per lo Stato della Città del Vaticano” e il 20 luglio 1969 commenta e partecipa alla diretta dello sbarco sulla Luna da Roma, insieme a Tito Stagno, Andrea Barbato e Piero Forcella.

 

Entra a far parte del comitato promotore del referendum abrogativo della legge che, nel 1970, accetta il divorzio in Italia.
Richiamato alla politica da papa Montini, con il quale aveva già collaborato per la FUCI, nel 1971 giunge all’apice  della  sua  carriera, risultando  primo  degli  eletti  al  Consiglio  Comunale di Roma, con 75.000 voti.

Tuttavia rinuncia all’incarico a causa di compromessi che – da cattolico – non avrebbe potuto accettare.

Nel 1972 è eletto Deputato al Parlamento con largo suffragio.

Il 26 maggio 1974, dopo una lunga malattia, muore a Roma e viene sepolto nella tomba di famiglia a Belvedere Ostrense.

 

 

 

  • 1914 e anni seguenti
    Enrico Medi con la famiglia e i nonni vive la sua infanzia a Belvedere, dove frequenta la locale scuola elementare.
  • 20 ottobre 1920
    nella cappellina privata della casa di Belvedere Enrico Medi riceve la Prima Comunione da Don Mancinelli.
  • 1920 e anni seguenti
    vive a Roma e compie gli Studi nel Collegio Santa Maria e all’Istituto Massimo, dove è tra i fondatori della Lega Missionaria studenti.
  • 1932
    Consegue la laurea in fisica pura con Enrico Fermi. Diventerà assistente del prof. Lo Surdo sino al ’37, anno in cui consegue la libera docenza in fisica terrestre.
  • 1938
    Si sposa con Enrica Zanini laureata in chimica e farmacia. Dalla loro unione nascono 6 figlie.
  • 1942
    Vince la cattedra di fisica sperimentale all’Università di Palermo. Collabora nella P.O.A.
  • 1943
    E’ presente a Belvedere e si adopera per alleviare le sofferenze della guerra.
  • 1946
    Viene eletto dall’Assemblea Costituente per la DC e nel ’48 è confermato Deputato al Parlamento.
  • 1949
    Diventa Presidente dell’istituto Nazionale di Geofisica e realizza una rete di Osservatori Geofisici in tutta Italia.
  • 1952
    E’ Chiamato alla Cattedra di Fisica Terrestre all’Università di Roma.
  • 1953
    Rinuncia alla carriera politica per dedicarsi interamente alla Scienza e all’Apostolato.
  • 1954
    Intuito il valore divulgativo della televisione per la scienza, iniziò presso la RAI-TV corsi di fisica sperimentale molto seguiti.
  • 1958
    E’ nominato Vice Presidente dell’EURATOM. Organizza centri per la ricerca scientifica nei 6 Paesi della Comunità, tra i quali ISPRA. Sotto la sua direzione fu varata e applicata nella Comunità la legge per la protezione delle radiazioni nucleari.
  • 1965
    Si dimette per gravi motivi di coscienza. E’ rimpianto in campo internazionale per la riconosciuta fama di scienziato e politico.
  • 1966
    Costituisce la COMING Società di progettazione industriale. Viene nominato dalla Santa Sede membro della Consulta dei Laici per lo Stato della Città del Vaticano.
  • 1971
    E’ eletto Consigliere al Comune di Roma.
  • 1972
    E’ eletto Deputato al Parlamento con largo suffragio.
  • 26 maggio 1974
    Muore a Roma. E’ sepolto nella tomba di famiglia a Belvedere Ostrense.